Hrosi

Hrosi

FILM NAPOLI CAMORRA SFIDA CITTA RISPONDE SCARICARE

Posted on Author Zulugar Posted in Film


    Napoli la camorra sfida, la città risponde è un film del diretto da Alfonso Brescia. Indice. 1 Trama; 2 Produzione; 3 Canzoni; 4 Note; 5 Collegamenti. Napoli la camorra sfida e la città risponde trama cast recensione scheda del film di Alfonso Brescia con Mario Merola, Antonio Sabàto, Jeff Blynn, Walter. Alfonso Brescia, Napoli la camorra sfida, la città risponde, a cura di Giovanni chiaramente ispirato al cinema hollywoodiano poliziesco (con Clint Eastwood, per Sul più bello, la pistola gli si scarica, ma il temerario protagonista non si. Un film di Alfonso Brescia con Antonio Sabato, Benito Artesi, Mario Merola, Liana Trouche.

    Nome: film napoli camorra sfida citta risponde
    Formato:Fichier D’archive (Film)
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 15.34 Megabytes

    Don Francesco Gargiulo, proprietario di un arsenale, tenta di opporsi ma viene piegato da Vito che rapisce suo figlio Marco e ne violenta la fidanzata Maria. Marco, assetato di vendetta, per mezzo di alcune fotografie scattate mentre i malviventi compiono le loro gesta criminali, permette al commissario De Stefani di inchiodare i colpevoli e di costringere le vittime a firmare la denuncia a loro carico. De Stefani si trova a dover rimettere in libertà tutti i malvivenzi per insufficienza di prove.

    Questa volta Francesco Gargiulo si decide ad agire e, dopo aver armato tutti quelli che come lui hanno subito ingiustizie, raggiunge Rampone e i suoi mentre stanno festeggiando la liberazione di Vito e degli altri.

    All'interno di catacombe-cimitero si compie la strage. In questa storia infatti, il fatto che don Francesco Gargiulo si decida a impugnare le armi vendicatrici dopo le violenze subite dal figlio e dalla futura nuora è puramente casuale.

    La vita per i Gargiulo, insomma, è agiata e serena, fino a quando alcuni camorristi presentandosi come agenti di una fantomatica compagnia assicurativa visitano il cantiere per chiedere il pizzo. I delinquenti iniziano a farsi conoscere da vari commercianti napoletani: titolari di negozi di abbigliamento e ristoratori. Ovviamente, scelgono di fare pressioni a quelli che guadagnano bene grazie al proprio onesto lavoro, distruggendone la tranquillità.

    In un primo momento don Francesco e gli altri esercenti decidono di non pagare, ma subito vengono puniti: la banda del racket fa esplodere bombe nelle loro attività.

    È a questo punto che la trama svolta in maniera originale, proprio grazie al personaggio di Marco.

    Il ragazzo, animato da coraggio e sete di giustizia, inizia a seguire con la moto i delinquenti del racket, fotografandoli durante le loro losche attività. Grazie a questi scatti fatti arrivare alla polizia , i malviventi vengono arrestati. In una scena madre vera e propria, Marco convince, gridando, i commercianti vittima del racket tra cui suo padre ad ammettere di essere perseguitati.

    In questa maniera la casa si considera finita e quando al mattino arrivano le guardie non possono cacciare gli occupanti.

    Il primo tentativo fallisce ma i due non si scoraggiano e spostandosi in un'altro luogo riescono nell'impresa. Ora passiamo alle scene del film.

    Nella prima ci troviamo in Viale Scalo S. Lorenzo e si vedono i due protagonisti con alle loro spalle un tram Stanga Arriva il tram, sempre una stanga, che Luisa prenderà.

    Il tram si ferma alla fermata. Si vede chiaramente il numero della vettura che è il ,in servizio sulla linea ED, la mitica circolare rossa con l'indicazione del percorso.

    La protagonista sale sul tram Saluta il marito dall'interno della vettura Passiamo alla seconda scena girata in Via Prenestina, tra Largo Preneste e Largo Telese.


    Nuovi articoli: