Hrosi

Hrosi

CONDENSATORE CORRENTE COSTANTE SCARICARE

Posted on Author Zulkicage Posted in Giochi


    In elettrotecnica, la scarica di un condensatore in un circuito elettrico è il processo mediante il quale le cariche accumulate sulle armature di un condensatore si disperdono nel circuito in seguito all'applicazione di una differenza di potenziale. La corrente elettrica e le leggi di Kirchhoff valgono esattamente solo quando . ha un valore costante ed è detta costante di. chiedo cortesemente aiuto poiché non capisco la seguente relazione: scaturita dalla carica di un condensatore a corrente costante mediante. Studiare la scarica del condensatore della figura che è connesso . Soluzione. Un'analisi semplificata di un circuito in corrente continua (V costante) con con-. a limitare la corrente nel circuito `e la resistenza R, la corrente che si instau- il condensatore, viene poi scaricato chiudendolo su di una resistenza R/ (vedi Supponiamo ora che l'alimentatore del circuito RC sia a frequenza costante.

    Nome: condensatore corrente costante
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
    Dimensione del file: 13.67 MB

    Condensatori I condensatori sono fra i componenti più utilizzati nei circuiti elettronici. In funzione della tecnologia costruttiva e degli impieghi specifici, i condensatori si presentano nelle forme più diverse, dai grossi contenitori cilindrici degli elettrolitici da Nelle righe che seguono vengono descritte brevemente le caratteristiche elettriche di un condensatore, i tipi di uso più comune e qualche metodo pratico per verificarne l'efficienza.

    La resistenza serve per far scorrere la corrente più lentamente durante la scarica, altrimenti il led farebbe solo un rapido lampo di luce, rischiando anche di bruciarsi. Usando condensatori di maggiore capacità, il led rimarrà acceso più a lungo. Quanto più sono estese le due superfici, tanto maggiore è la capacità; analogamente, la capacità è maggiore quanto più le due superfici sono vicine.

    Di un condensatore oltre al valore della capacità intesa come l'attitudine ad immagazinare energia elettrica è importante conoscere anche la tensione di lavoro VL.

    Molto importante, poi, è il valore di tolleranza, generalmente espressa in percentuale sul valore nominale della capacità. Tra i condensatori fissi un posto di grande importanza è occupato dai condensatori elettrolitici ; essi sono condensatori che, rispetto agli altri, hanno un elevatissimo valore di capacità per unità di volume.

    In questi condensatori le armature sono di alluminio o di tantalio. Su una delle armature, che poi dovrà essere sempre collegata al potenziale positivo, viene provocata per dissociazione elettrolitica la formazione di uno strato di ossido isolante dello stesso materiale e che quindi si comporterà come dielettrico.

    Figura 2: condensatori elettrolitici Nei condensatori elettrolitici il dielettrico è un sottilissimo strato di ossido, fatto formare direttamente sul metallo l'alluminio che fa da armatura e costituisce l'anodo; il tutto è immerso in un elettrolita che, essendo un sale disciolto, risulta conduttore.

    Il caratteristico involucro metallico di forma cilindrica che fa da contenitore, diventa, ai fini del collegamento elettrico, il terminale negativo ovvero il catodo. Proprio a causa della loro costituzione, i condensatori elettrolitici sono "polarizzati", il che vuol dire che devono necessariamente essere collegati ad una tensione continua, rispettando le polarità, positiva e negativa, indicate sull'involucro. Collegando il condensatore al contrario, esso si distrugge rapidamente e rischia di esplodere.

    Come gli altri tipi di condensatori, gli elettrolitici possono essere di tipo radiale fig.

    Scarica di un condensatore

    Una banda laterale indica la polarità di almeno uno degli elettrodi. Gli elettrolitici sono condensatori di grande capacità, in grado di accumulare notevoli quantità di energia; per tale motivo trovano impiego principalmente negli alimentatori, per il livellamento della tensione e la riduzione del "ripple" ovvero delle ondulazioni residue.

    Sono superiori ai precedenti come stabilità alla temperatura ed alle frequenze elevate; sono tuttavia più costosi e la loro capacità non raggiunge valori molto elevati.

    Come i precedenti, devono essere montati in circuito osservando la polarità indicata in prossimità dei terminali. In merito all'aspetto, possono presentarsi nella classica forma a disco, o nella vecchia forma di un tubetto con i terminali alle due estremità.

    I ceramici a disco sono molto usati in parallelo agli elettrolitici, per fugare a massa le alte frequenze. AB , una resistenza R ed un interruttore I.

    Condensatori

    Prima di iniziare ricordiamo alcune relazioni fondamentali che riguardano condensatori, ddp, corrente. La carica accumulabile dal condensatore sarà il valore nominale fC. Prendiamo in esame il circuito nelle sue condizioni iniziali e finali.

    L'interruttore inizialmente e' aperto e la carica sulle armature del condensatore è 0. Chiuso l'interruttore, alla fine del processo di carica, si avrà sulle armature una carica fC.


    Nuovi articoli: