Hrosi

Hrosi

SCARICARE CONDENSATORE FORMULA

Posted on Author Dular Posted in Sistema


    Contents
  1. SCARICA DI UN CONDENSATORE
  2. carica di un condensatore
  3. Carica e scarica di un condensatore
  4. Scarica di due condensatori in serie

In elettrotecnica, la scarica di un condensatore in un circuito elettrico è il processo mediante il quale le cariche accumulate sulle armature di un condensatore si. E' possibile esprimere la carica istantanea presente sull'armatura del condensatore, in funzione del tempo, tramite la seguente formula. Il foglio excel contiene i grafici dell'andamento delle tensione e della corrente nelle fasi di carica e scarica in funzione della forza elettromotrice del generatore, . Carica e scarica del condensatore (solo le formule). Consideriamo un condensatore di capacit`a C collegato in serie ad una resistenza di valore R. I due.

Nome: condensatore formula
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file: 40.40 MB

Pages: [1]. Tempo scarica condensatori elettrolitici. Re: Tempo scarica condensatori elettrolitici. Tieni conto che ci sono condensatori e condensatori, tra gli elettrolitici ne trovi alcuni a "bassa" capacità ma a scarica velocissima, ed altri ad alta capacità e a scarica lenta.

Tutti i dati come di consueto li trovi nel datasheet. Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono.

Fino a quando il condensatore non è collegato a nessuna fonte di alimentazione, le 2 armature si trovano in uno stato neutro, cioè le 2 armature contegno un numero uguale di cariche elettriche positive e negative, in pratica tra le 2 armature non c'è nessuna differenza di potenziale, si dice in questo caso che il condensatore è scarico. Quando il condensatore viene collegato ad una fonte di alimentazione, ad esempio una batteria, si dà inizio ad uno spostamento di cariche, la batteria prende le cariche elettriche negative da una armatura, e le trasporta sull'altra armatura, in questa fase si dice che il condensatore si sta caricando.

SCARICA DI UN CONDENSATORE

Succede quindi che man mano che le cariche elettriche negative, vengono spostate da una armatura ad un altra, l'armatura a cui vengono sottratte cariche negative, diventa sempre più positiva, e l'armatura in cui vengono immesse cariche negative, diventa sempre più negativa. Avrete sentito dire chissà quante volte che cariche di segno opposto si attraggono, mentre cariche di segno uguale si respingono, e proprio perché cariche dello stesso segno tendono a respingersi, man mano che l'armatura diventa sempre più negativa, sarà sempre più difficile riuscire a immettere cariche negative al suo interno, fino ad arrivare al punto in cui non sarà più possibile inserire neanche una carica all'interno dell'armatura.

Arrivati a questo punto, in cui un armatura è completamente negativa, e di conseguenza l'altra è diventata positiva, non si ha più spostamento di cariche e quindi passaggio di corrente, si dice allora che il condensatore è completamente carico.

In questa situazione, tra le 2 armature c'è una differenza di potenziale, che permane nel tempo, anche scollegando il condensatore dalla fonte di alimentazione, il condensatore rimane carico.

carica di un condensatore

Sopra possiamo vedere il grafico di carica di un condensatore. Sull'asse Y c'è la tensione che sale da 0 fino ad arrivare a 12v, mentre sull'asse X c'è il tempo che parte da 0 fino ad arrivare a 2 secondi. Quando il condensatore è carico, collegando tra di loro i 2 terminali per mezzo di qualsiasi altro circuito, quindi mettendo a contatto tra di loro le 2 armature, le cariche elettriche negative accumulate in una armatura, tendono a tornare velocemente sull'altra armatura, in questa fase si dice che il condensatore si sta scaricando, man mano che le cariche elettriche tornano al loro posto, la differenza di potenziale tra le 2 armature diminuisce, fino a quando le 2 armature, tornano ad essere perfettamente equilibrate, e la differenza di potenziale tra le due armature è tornata a zero.

Si dice allora che il condensatore si è scaricato, ed è pronto ad essere sottoposto ad un nuovo ciclo di carica. Abbiamo capito che il condensatore è un componente in grado di accumulare cariche, e di mantenerle fino a quando non viene posto nella condizione di potersi scaricare.

Potrebbe essere paragonato ad un recipiente in grado di riempirsi e svuotarsi, infatti la grandezza con cui si misura un condensatore è proprio la capacità. L'unità di misura della capacità del condensatore è il farad indicato con la lettera F.

Ora molti di voi si staranno chiedendo, a che serve all'interno di un circuito elettronico, un componente che si carica e si scarica. Il condensatore all'interno dei circuiti è utilizzato per svolgere varie funzioni.

Intanto per caricarsi e scaricarsi, impiega un certo tempo, maggiore è la sua capacità e maggiore sarà il tempo che impiega a caricarsi, ma allo stesso modo maggiore è la corrente, e minore è il tempo che impiega a caricarsi. Per spiegare meglio, calza a pennello l'esempio del recipiente, maggiore è la capacità del recipiente, e maggiore sarà il tempo che questo impiega a riempirsi ad esempio di acqua, ma allo stesso modo, maggiore è la portata di acqua che lo riempie, e minore sarà il tempo che impiega a riempirsi.

Tale collegamento è molto utilizzato, è conosciuto come circuito RC Resistore Condensatore ed esiste pure la formula per calcolare il tempo di carica e scarica del condensatore:.

Dove T è il tempo espresso in secondi, R è il valore della resistenza espresso in Ohm, e C è il valore del condensatore espresso in Farad. Sfruttando questo tipo di collegamento, è possibile gestire dei tempi regolati all'interno dei circuiti elettronici, è possibile quindi creare i cosiddetti oscillatori, ovvero circuiti strutturati in modo da caricare e scaricare il condensatore in maniera ciclica, generando quindi una serie di impulsi con tempi on-off regolabili a nostro piacimento, o ancora è possibile creare circuiti che generino un solo impulso di tempo variabile ad esempio per resettare eventuali integrati o altri circuiti all'accensione, o ancora creare dei veri e propri timer o temporizzatori.

Proprio come avviene nel campo idraulico, con gli appositi polmoni per stabilizzare la pressione, che quando c'è un aumento di pressione il polmone si carica assorbendo la pressione in eccesso, quando c'è una diminuzione il polmone si scarica restituendo pressione, allo stesso modo il condensatore è in grado di assorbire gli sbalzi di tensione, caricandosi quando c'è un repentino aumento di tensione, e scaricandosi, quindi restituendo tensione quando c'è un repentino calo di quest'ultima.

I grossi condensatori, all'interno degli alimentatori, servono proprio a svolgere questa funzione di livellamento, andando a livellare e quindi rendere più stabile la tensione di alimentazione.

Ma non è ancora finita, il condensatore possiede ancora un altra caratteristica, che viene spesso sfruttata all'interno dei circuiti elettronici. Il condensatore è sensibile alla corrente o tensione alternata, quando è posto in circuito a corrente alternata, il condensatore crea un impedimento al passaggio della corrente.

In pratica si comporta come se fosse una resistenza, che varia il suo valore al variare della frequenza, questa resistenza prende il nome di reattanza capacitiva, viene indicata con la sigla XC e proprio come la resistenza si misura in ohm. Uno di questi casi notevoli è la carica e la scarica di un condensatore.

Carica e scarica di un condensatore

Non vi è carica sul condensatore e quindi è nulla la differenza di potenziale ai capi di C e tale rimane finché l'interruttore rimane aperto. Nell'intervallo di tempo infinitesimo d t , la carica d Q va dal generatore al condensatore, cioè si genera corrente:.

Per la legge di Ohm ai capi della resistenza R si ha una differenza di potenziale:. Vediamo come variano nel tempo le grandezze in gioco.

Come si vede dalla figura sui grafici del potenziale e della corrente, gli andamenti sono esponenziali crescenti per la carica identico a quello del potenziale e il potenziale. Dall'equazione della corrente all'inverso si vede come decresce esponenzialmente a zero e cioè all'inizio il condensatore si comporta come un corto circuito e al tempo infinito come un circuito aperto.

Scarica di due condensatori in serie

Se, una volta caricato il condensatore e passivizzato il generatore sostituendolo con un corto circuito , chiudiamo l'interruttore si assiste invece al processo inverso di scarica del condensatore.

L' energia potenziale accumulata dal condensatore è:.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Questa voce o sezione sull'argomento elettrotecnica non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.

Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti.


Nuovi articoli: